L’emergenza del gioco d’azzardo patologico

Il gioco d’azzardo patologico, non vi è ombra di dubbio, è una delle tante emergenze che il Ministero della Salute si è trovato ad affrontare: un disagio forte che va a sommarsi alle altre dipendenze che si insinuano nelle menti e nel cuore dei soggetti più deboli che vanno, di conseguenza, tutelati prima di ogni qualsiasi altra cosa, ristrutturazione del settore compresa. Quindi, i provvedimenti sul settore del gioco d’azzardo online legale in italia contenuti nella nuova Legge di Stabilità 2016 vanno ad aprire una svolta nella lotta contro il gioco patologico di cui si parla spesso, ma non sempre con cognizione di causa: è il momento di intervenire con fermezza. Bene i provvedimenti che vietano la pubblicità del gioco nella Tv italiana in fascia protetta e lo stanziamento di un fondo di 50milioni di euro l’anno destinato alla cura istituito presso il Ministero della Salute: questo segna un passo importante e significativo che si aggiunge all’ingresso del gioco patologico nei nuovi Livelli Essenziali di Assistenza.

Il disagio della ludopatia è materia oltremodo complessa dove bisogna guardare al gioco come divertimento responsabile, alla libertà individuale, quindi, di scegliere come passare il proprio tempo libero ed anche alle conseguenze nelle quali una mancata responsabilità può far “cadere”. La Sanità Pubblica doveva lanciare un messaggio forte nei confronti del gioco patologico ed il segnale con le nuove disposizioni della Stabilità 2016 è arrivato. Nei prossimi mesi questo messaggio dovrà essere rafforzato da campagne di comunicazione affinché ognuno abbia tutte le informazioni “reali” sul gioco al fine di poter fare scelte sempre più responsabili.