Casinò di Campione: Arrivano tanti soldi

Chi conosce il gioco dei Casinò e le sue strutture conosce la situazione del Casinò di Campione e sa che il comune che lo ospita, e di conseguenza il suo territorio, “dipende” nella stragrande maggioranza dalla “vita” della Casa da Gioco. Quindi anche se con la Stabilità ed il gioco sembra che si stia trovando un equilibrio per iniziare ad una ristrutturazione del settore, e con i vari emendamenti “qualcosa bolle in pentola” e dovrebbe anche “terminare la cottura”, il nodo del Casinò di Campione deve essere ancora “sbrogliato”, anzi deve essere ancora affrontato. Infatti è stato presentato un emendamento in considerazione delle particolari condizioni geografiche del Comune di Campione ed anche in relazione al tasso di cambio fra franco svizzero ed euro, per l’attribuzione di un contributo di 12 milioni di euro per l’anno 2016.

L’argomento dei Casinò ogni tanto emerge da tutto il resto delle problematiche del settore che già non sono poche: sono strutture che avrebbero bisogno di interventi anche importanti e che ognuno sta affrontando in proprio con cambi a livello direzionale e di consigli di amministrazione, con strategie manageriali, con nuove iniziative per portare a sé la clientela più giovane, ma meno “in forza a livello economico”. Per questo motivo, le quattro case da gioco tricolore hanno inserito nelle loro sale un settore come quello delle slot machine che è forse un po’ lontano dalla “classicità” dei casinò, ma che a volte sta persino salvando i rispettivi profitti. Anche i vecchi “fasti” delle case da gioco si adeguano all’innovazione.